503 Camomilla - Matricaria chamomilla

Come per l’Achillea si utilizzano solo i capolini, scartando con un lavoro certosino le foglie, gli steli e tutto il resto. Il capolino della camomilla, il "bottone giallo", è un insieme di piccolissimi fiorellini che, in aprile-maggio, iniziano ad aprirsi a partire dal basso dell’infiorescenza.

 

La raccolta, effettuata rigorosamente a mano, deve avvenire nella fase intermedia della fioritura, quando circa la metà dei fiori sono aperti. Il materiale vegetale viene essiccato quindi, in autunno, re-umidificato, posto in un budello ricavato dall’intestino tenue di bovino, infine interrato. In primavera, si osserverà che la materia di partenza  (l’infiorescenza) è quasi scomparsa. Avremo anche qui una massa umica e umida, con un profumo nobile, completamente diverso da quello del materiale di partenza: i caratteri organolettici originari sono evoluti radicalmente.

Il "503" è pronto, contiene zolfo e calcio.